Andiamo a incominciare

Basta fare un giro al mercato.
Già gli occhi si riempiono di colori, colori di pomodori e peperoni, caldi, rossi e carnosi come certe labbra che si offrono senza vergogna, ma anche caldi come il giallo di pani appena sfornati, sotto la cui crosta si indovina una tenerezza nuova.
E la verdura? ci offre tutte le tonalità dei verdi, che raccontano sommessamente di prati e di orti, innaffiati da uomini tranquilli in maniche di camicia, durante silenziosi tramonti.
Come si fa a non amare il cibo? Semplice, basta non amare gli umani.

giovedì 27 gennaio 2011

La pasta con le sarde

Metto oggi una ricettina storica: l'ho preparata parecchio tempo fa, una volta sola, per tanti coperti, è piaciuta tantissimo, a me per il primo.
Il fattore limitante è trovare il finocchio selvatico, che in città non è semplice, anche se io a Genova ho trovato certi posticini....

Per sei persone ti comprerai mezzo chilo o anche otto etti di sarde freschissime, se vorrai fare un piatto unico, finocchio selvatico un chilo, due cipolle rosse, tre acciughe salate, uva sultanina 50g, pinoli 50g, una bustina di zafferano, sale, olio evo.
Anche il costo della ricetta ha un suo perché, e questo è modesto.
Monda il finocchio eliminando gli steli più duri e fallo bollire in acqua salata: scolalo e tritalo. Occhio a conservare l’acqua di cottura. Fa rinvenire l’uva sultanina in tanta acqua corrente tiepida.
Nel frattempo pulirai le sarde eliminando teste, code, squame e lisca centrale e le passi  velocemente sotto l’acqua, se proprio non ne puoi fare a meno. Pulisci anche le acciughe salate.
Metti a rosolare nel tegame con l’olio la cipolla affettata e scioglici le acciughe. A questo punto aggiungi le sarde e le farai cuocere cinque minuti. Poi aggiungerai il finocchio tritato e lo zafferano sciolto in un mestolino di acqua calda.
Cuoci ancora un pochino, non troppo, qualche minuto, e, verso la fine aggiungi l’uvetta ben scolata e i pinoli.
Nel frattempo cuocere i bucatini al dente nell’acqua di cottura del finocchio selvatico. Scola la pasta, aggiungila al tegame con il sugo, falla saltare qualche attimo e aspetta qualche minuto prima di servire.

Foto del sugo:

Foto del piatto:

2 commenti:

  1. dove posso trovare a Genova il finocchio selvatico ????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona domanda. Per esempio nei giardini dell'Ospedale San Martino. Sono dell'idea che nella città di genova sia sempre e comunque impregnato delle polveri che sono sospese nell'aria.....
      Un week end all'isola d'Elba mi sembra più sensato e divertente.
      Ciao e grazie!
      euge

      Elimina